Caseabc.it

Approfondimenti

E tu, la raccolta differenziata, sei sicuro di farla bene?

  Tappi a corona nel sacco della “Plastica e metalli”
  Cartoni sporchi della pizza
nel “Non recuperabile”
  Cartoni puliti
della pizza nella “Carta”
  Mozziconi di sigaretta nel “Non recuperabile”
  Neon e lampadine fluorescenti… al Centro Raccolta
  Sacchetti di “carta-metallo” (es. involucro di diversi biscotti) nel “Non recuperabile”

 Carta da forno e scontrini nella “Carta”
  CD e DVD (e relativa custodia di plastica rigida) nella “Plastica”
  Piccoli giocattoli in plastica, posate,  bicchieri e piatti di plastica nella “Plastica”
  Ceramica, bicchieri di cristallo, specchi e Pirex nel “Vetro”
  Lettiera per animali domestici nella “Frazione organica”

sAppEd ecco che grazie al Dizionario dei rifiuti, realizzato per la campagna “Raccolta differenziata, beato chi la fa. Bene”, e alla “sApp” per Android e Iphone ho scoperto che qualche errore nella raccolta differenziata scappa anche a me!

Già da tempo ho scoperto che gli scontrini non vanno nella “Carta” bensì nel “Non recuperabile”. E così anche la carta da forno.

Sapevo che CD e DVD vanno nel “Non recuperabile”. Ma non immaginavo che anche le loro custodie dovessero seguirli fino alla fine!

Guai poi a mettere la ceramica nel “Vetro”. E neppure i cristalli: a causa dell’elevata quantità di metalli che contengono, contaminano la nuova pasta di vetro e compromettono il ciclo del riciclo. Guardate il video qui sotto!

Non immaginavo invece che piatti e bicchieri di plastica monouso andassero nel “Non recuperabile”… l’accordo per inserirli tra i materiali da raccogliere è stato raggiunto nel 2012 ma, ad oggi, il tipo di plastica con cui sono fatti non ha ancora una filiera di riciclo (a differenza di altri imballaggi più nobili). Quindi vengono avviati al “recupero energetico” (leggi: inceneritore).

I tappi a corona sono sempre stati un cruccio. Non sapevo proprio dove metterli: ora finalmente ho le idee chiare!

E tu, la raccolta differenziata, sei sicuro di farla bene? Prenditi 5 minuti e scorri il Dizionario dei rifiuti o scarica la pratica app: almeno il 20% di quanto raccolto nella differenziata della provincia di Torino è frazione estranea!

E se vuoi dare dei suggerimenti e aiutare a migliorare il servizio, fai come me e compila il questionario.

 

Tagged , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − quattro =